INCOLLARE LEGNO

FALEGNAMERIA: INCOLLARE IL LEGNO

Le colle per legno più utilizzate in falegnameria e fai-da-te per incollare il legno in modo robusto e duraturo. Scopri i segreti del falegname con la mia guida!

 

Eccomi ancora sulle pagine di questo Diario di un Aspirante Falegname.

Negli articoli pubblicati finora ho cercato di trasmetterti, non solo le informazioni e le nozioni che reputo più importanti per cominciare, ma soprattutto la passione e la voglia di imparare che sto riversando all’interno di queste pagine.

Addentrarmi in un percorso che presenta diverse insidie è stato un passo molto ponderato.

Non ho aperto il blog da un momento all’altro!

Ho riflettuto molto su cosa mi aspettasse.

colle per legno

Sapevo che il viaggio sarebbe stato difficile e faticoso, ma l’amore per il Legno e la sete di sapere hanno prevalso su tutte le paure e le indecisioni.

Vedo che in molti stanno apprezzando il mio sforzo e la mia idea e mi supportano quotidianamente anche solo con qualche like su Facebook.

Per me è molto importante, mi da la forza per andare avanti e ve ne sono davvero grato.

Sono certo che una parte di coloro che scoprono il mio progetto storcano il naso quando leggono i miei post.

Sicuramente penseranno: “Ma cosa avrò mai da imparare da uno che ha appena iniziato ad apprendere?”, “Cosa può insegnare uno che ha esperienza pari a zero nella lavorazione manuale?”.

Domande lecite!

In realtà non ho mai avuto la presunzione di sapere tutto o di voler insegnare qualcosa.

Riporto su queste pagine semplicemente ciò che apprendo quotidianamente studiando, ascoltando e vedendo al lavoro artigiani esperti che mi permettono di lavorare con loro dandomi consigli preziosi.

Il mio viaggio è tutto qui.

Se volete viaggiare con me c’è posto per tutti!

 
incollare legno

Adesso parliamo di cose serie.

Finora abbiamo studiato:

È arrivato il momento di vedere come assemblare efficacemente tutti i nostri pezzi per realizzare un manufatto vero e proprio.

LE COLLE PER LEGNO PIÙ USATE

Incollare legno

In questo articolo ti illustrerò le 4 colle per legno più usate e più efficaci:

  1. Vinilica
  2. Epossidica bicomponente
  3. A contatto
  4. Colla animale
Le colle hanno un ruolo davvero importante in Falegnameria.
 
Infatti vengono usate molto frequentemente e saperle scegliere e applicare è davvero fondamentale se vuoi risultati ottimali.
 
Ad esempio vengono usate per rendere gli incastri più efficaci, per laminare e bordare oppure per accoppiare listelli e tavole nella creazione di pannelli.
 
Naturalmente per ogni lavorazione c’è una colla più appropriata dell’altra.
 
Andiamo ad esaminarle una ad una.
 

COLLE PER LEGNO

 

COLLA VINILICA

Incollare legno

Forse la più utilizzata in assoluto perché semplice da trovare in commercio e facile da applicare.

Si tratta di una Colla molto versatile, utilizzata per diversi scopi; dagli incollaggi più semplici (chi di voi non l’ha mai usata a scuola) a quelli più importanti.

Infatti è molto usata nelle giunzioni e negli incastri per renderli più forti, ma anche nell’assemblaggio di listelli e tavole con superfici lisce.

È economica e atossica, a base acquosa.

Si può stendere direttamente dal tubetto, creando una scia a zig-zag, oppure con un pennello per essere sicuri che si spalmi uniformemente su tutta la superficie.

Nel caso di legni porosi,che assorbono molto l’acqua, ti consiglio di stenderla su entrambe le facce da unire.

Cosa fondamentale quando usi la Colla Vinilica: assicurati di avere a portata di mano i morsetti poiché, per far sì che il collante faccia presa correttamente, i pezzi dovranno rimanere fermi e ben stretti per 24 ore.

Anzi, consiglio di fare una prova di morsettatura prima di stendere la colla in modo da essere più veloce nel momento dell’ assemblaggio; altrimenti si rischia che la colla asciughi leggermente creando spessori che rovinano il risultato finale. (Grazie al consiglio di @sumiti che trovi nei commenti a questo articolo)

Interponi tra i morsetti ed i pezzi, dei listelli di compensato, per evitare che la superficie rimanga segnata.

Nel momento in cui accoppierai i due pezzi, se hai utilizzato la giusta quantità di colla, un po’ di prodotto uscirà fuori dalle fessure.

Puoi rimuoverlo semplicemente con un panno umido per evitare che restino le colature una volta asciutto.

Infatti la colla asciutta diventa impermeabile e impedirebbe al legno di assorbire nel modo corretto la finitura lasciando delle macchie molto sgradevoli.

A volte la Colla Vinilica viene utilizzata anche diluita con acqua.

Comunque, se vuoi lavorare col legno, non puoi farne a meno!

COLLA EPOSSIDICA BICOMPONENTE

Incollare il legno

Leggermente più complicata da usare, ma molto potente!

Questo tipo di Colla consiste in due componenti (bicomponente):

– Legante
– Indurente

Questi due elementi vanno dosati nel modo giusto per ottenere la colla vera e propria.

Assicurati che le 2 facce da unire siano estremamente pulite, per permettere alla Colla Epossidica di fare presa in modo ottimale.

Anche questa colla ha tempi di asciugatura abbastanza lunghi e dovrai aiutarti con i nostri amici morsetti.

COLLA A CONTATTO

incollare legno
 
Viene utilizzata soprattutto per laminare e unire il legno con altri materiali come plastica, gomma, vetro, specchi etc…
 
Quelle a Contatto sono colle molto potenti che richiedono un minimo di manualità in fase di applicazione.
 
Infatti, oltre ad avere una consistenza viscosa, che le rende non semplicissime da maneggiare, hanno tempi molto brevi di asciugatura.
 
La Colla viene prelevata dal barattolo e stesa sul pezzo da incollare con un’apposita spatola in metallo flessibile con un lato dentato.
 
Anche nel caso in cui utilizzi la Colla a Contatto, le superfici da incollare vanno pulite accuratamente per assicurare una presa ottimale.
 
Una volta steso il collante sulle due superfici da unire, bisogna attendere qualche minuto per far sì che il solvente evapori e quindi si può procedere all’unione.
 

COLLA FORTE O COLLA ANIMALE

Incollare legno

Come puoi intuire dal nome è un materiale di derivazione animale.

Si ottiene solitamente dal collagene presente nelle ossa e nei tendini degli animali.

Ma gli Animalisti possono stare tranquilli!

La Colla Animale è stata il collante più usato nella storia della Falegnameria fino agli anni ’30 del XX Secolo, dopodiché è stata soppiantata dalle colle sintetiche e viniliche.

Attualmente non è molto usata in Falegnameria, se non per il Restauro.

Infatti è una colla con un’elevata elasticità e reversibilità che la rende perfetta in queste operazioni poiché, non essendo definitiva, consente di staccare i pezzi nei futuri interventi di restauro.

Inoltre, alcuni restauratori, non rimuovono del tutto i vecchi residui prima di applicare la nuova Colla.

Questo perché, anche quando è essiccata, la Colla Animale può essere di nuovo sciolta col calore e amalgamata con quella “fresca”.

La trovi in commercio sotto forma di piccole perle gelatinose che vanno sciolte a bagnomaria.

In realtà è abbastanza complicata da utilizzare, quindi, se sei interessato, farò un articolo in futuro dedicato a questa colla in particolare. (scrivimelo nei commenti!)

CONCLUSIONI

In questo Articolo ho cercato di presentarti le Colle per legno più comuni, ma come in tutti gli altri, si potrebbe approfondire moltissimo l’argomento.

Per questo, oltre ad invitarti a suggerirmi altre informazioni, ti rimando ai prossimi articoli perché sto cercando di saperne sempre di più, ma gradualmente.

Nessuno diventa esperto in pochi mesi. 

L’esperienza stessa è sinonimo di anni di lavoro e studio.

Soprattutto in Falegnameria!

Ti ricordo che per restare sempre aggiornato sui miei articoli e non perderti le novità puoi Iscriverti alla Newsletter (in alto a destra) e seguire la mia Pagina Facebook, il mio profilo Instagram e la mia bacheca Pinterest.
 
 
Buon lavoro
Alla prossima!
Il Wood Blogger

4 pensieri su “FALEGNAMERIA: INCOLLARE IL LEGNO”

  1. sono una giovane falegname, ho imparato il mestiere come stai facendo tu: ascoltando i vecchi falegnami e facendo milioni di prove e tanti errori ( i miei amici sono pieni di mobili con cassetti che non si chiudono)
    quando si incolla con la colla vinilica e i morsetti consiglio di fare una prova di morsettatura prima di stendere la colla in modo da essere piu veloci nel momento dell’ assemblaggio altrimenti si rischia che la colla asciughi leggermente creando spessori che rovinano il risultato finale

    1. Sì, in effetti anch’io faccio sempre diverse prove “presentando” il tutto prima per evitare spiacevoli scoperte una volta incollato. Complimenti per la passione e la pazienza e grazie per il commento!

  2. Scusa non hai spiegato che la colla a contatto va messa nelle due parti da incollare,e si attende il tempo necessario che il solvente evapori per unire quindi le due parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: