PIALLARE IL LEGNO

FALEGNAMERIA: PIALLARE IL LEGNO

Piallare il legno nel modo più corretto richiede una perfetta conoscenza degli strumenti. Diventare falegname è possibile solo conoscendo a fondo gli strumenti e le tecniche per la piallatura del legno. Impugna la pialla e inizia a leggere!

 


Bentornato sul mio Blog!

 
Come avrai già capito dagli articoli precedenti, sono un amante del lato romantico della Falegnameria.
 
L’atmosfera polverosa del laboratorio tradizionale, il banco pieno di strumenti consumati dall’uso, i trucioli sparsi sul pavimento.
 
 
Chi si avvicina a questo mondo, al 90% ha in mente quest’immagine del vecchio Falegname nella sua bottega.
 
 
Adesso chiudi gli occhi per un attimo e ricrea questa immagine nella tua mente.
 
 
Zooma lentamente sul banco lasciando in secondo piano il nostro artigiano che, concentratissimo, sta segando una tavola di ciliegio.
 
 
Guarda bene.

Tra tutti gli strumenti ne troverai sicuramente uno che somiglia a questo:
 
piallare il legno
 
Si tratta di una pialla.
 
 
Ma a che cosa serve esattamente? E come si usa?
 
Se hai un po’ di pazienza ti parlerò anche di tutte le sue parenti più strette, tradizionali e moderne.
 
Ma prima scopriamo perché il legno viene piallato.
 

PERCHÉ PIALLARE IL LEGNO

 
piallare il legno
 
Quella di piallatura è un’operazione fondamentale per un Falegname.
 
Serve ad avere superfici perfettamente lisce, piatte e a squadro asportando del materiale attraverso strumenti appositi.
 
Ovviamente questa operazione non può esser fatta in modo incontrollato e casuale.
 
Per questo motivo tutti gli strumenti di piallatura sono regolabili nell’ordine dei millimetri, e a volte hanno addirittura una precisione al decimo di millimetro.
 
Come ti spiegavo anche negli articoli precedenti la precisione e le misure, così come la squadratura dei pezzi, è fondamentale per un Falegname.
 
Ricorda che la precisione deve essere il tuo obiettivo fondamentale se vuoi ottenere risultati apprezzabili in Falegnameria.
 
 

STRUMENTI PER PIALLARE IL LEGNO

 
Ecco quindi gli strumenti più comuni per piallare il legno:
    1. Pialla a mano

 

    1. Pialla elettrica portatile

 

  1. Combinata filo/spessore

PIALLA A MANO

 
piallare il legno
Questa è probabilmente la pialla più classica ed iconica.
Si tratta di una pialla manuale in legno.

Ne esistono di varie forme e dimensioni a seconda del tipo di pezzo che devi lavorare.

Ad esempio ce ne sono alcune molto grandi per la spianatura su pezzi di grandi dimensioni, o di molto piccole e strette (dette sponderuole) per piallare, ad esempio, le superfici molto strette.

Tutte quante però hanno un corpo centrale (il blocchetto a sezione quadrata) in cui si innesta la lama, detta coltelloche sporge attraverso una fessura nella faccia inferiore.
La lama è tenuta in posizione da un cuneo di legno con cui puoi bloccarla una volta deciso di quanto dovrà sporgere e quindi quanto materiale asporterà.

AFFILATURA PIALLA MANUALE

Ovviamente questa lama ha bisogno di essere affilata e per questo esistono pietre apposite con grane diverse.
Se l’affilatura è realizzata bene, la pialla manuale, utilizzata con movimenti costanti e fluidi, asporterà la giusta quantità di materiale in modo regolare ed il lavoro sarà ottimale.
Certamente lavorare con una pialla manuale non è semplicissimo. Richiede esercizio e sensibilità.
Ma è molto soddisfacente e affascinante soprattutto per chi come me ama il lato romantico di questo lavoro.

Inoltre ti regala un contatto con il legno ed una soddisfazione davvero indescrivibili.

Ne esistono anche di più moderne realizzate totalmente in metallo, come questa:

piallare il legno
Te l’avevo consigliata tra i 15 Strumenti per iniziare.
 

PIALLA ELETTRICA PORTATILE

 
piallare il legno
Meno romantica ma più rapida ed efficiente è sicuramente la Pialla Elettrica portatile.
È dotata di un rullo nella parte bassa del corpo con 3 lame, dette coltelli.
 
Premendo il pulsante posizionato nella parte bassa anteriore dell’impugnatura, il rullo gira azionando i coltelli.
 
La profondità di piallatura può essere regolata attraverso il pomello anteriore.
Una volta regolata la pialla e bloccato saldamente il pezzo nella morsa del banco da falegname o con dei morsetti, puoi iniziare a lavorare.
 
Per prima cosa appoggia la parte anteriore all’inizio del piano da piallare.
Poi aziona la pialla ed inizia a spingerla in avanti lentamente.
 
La cosa fondamentale è che il movimento sia fluido e costante, senza strappare accelerando o rallentando altrimenti avrai una superficie irregolare.
 
Verso la fine del  piano, pochi centimetri prima di staccare la Pialla spingi leggermente verso il basso in corrispondenza del lato posteriore dell’attrezzo.
 
In questo modo potrai avere un risultato ottimale.
 
Ovviamente ti consiglio sempre di esercitarti parecchio, magari su pezzi di scarto o che non devi utilizzare per progetti particolari.
 
Così avrai la padronanza dello strumento nel momento in cui dovrai realizzare un progetto definitivo.

PIALLA FILO/SPESSORE

 
Mini-Kompacta Pialla filo/spessore 250mm kW.1,6 V.230/50Hz.
Esistono anche come banchi distinti: un banco con la Pialla a Filo e un banco con la Pialla a Spessore.
In questo caso analizzerò la Combinata con Pialla Filo/Spessore che ti consente di avere meno ingombro.
La Pialla filo/spessore è sicuramente lo strumento più efficace per la piallatura del legno.
Infatti, se di buona qualità, ben mantenuta e usata nel modo corretto può consentirti di avere tavole e listelli ben squadrati e dello spessore giusto.
Spesso all’interno delle Falegnamerie la troviamo addirittura come parte di una Combinata più ricca, insieme alla sega circolare e alla fresatrice.
Quella nella foto è una Pialla filo/spessore per principianti e hobbisti.

COME FUNZIONA

Ti mostro uno schema per farti capire la composizione e il funzionamento di questo strumento (clicca sull’immagine per ingrandirla):
piallare il legno

Il rullo dotato di coltelli è il fulcro della macchina.

L’area superiore di questo banco (che nello schema ha lo sfondo di colore verde) è quella che svolge la funzione di Pialla a filo.

Il piano della Pialla a filo è composto da 2 parti in ghisa regolabili in altezza indipendenti tra loro, spezzate dal rullo dotato di coltelli.
Questi coltelli asportano il materiale dal pezzo che andrai a lavorare.
La parte di piano su cui viene appoggiato inizialmente il pezzo da piallare deve essere posizionato più in basso del rullo in base allo spessore che vuoi asportare.
Il piano in uscita, invece, sarà posto a filo dei coltelli.
Queste macchine sono dotate di una protezione regolabile che va a coprire i coltelli in modo da evitare all’operatore di infilarvi le dita e farsi male.
Il banco, inoltre, è dotato di una battuta laterale.

SEQUENZA PIALLA FILO/SPESSORE

La sequenza ideale per rifilare una tavola alla Pialla a filo è la seguente:
  1. Pialla la prima faccia
  2. Piallare la prima costa
  3. Pialla la seconda costa
  4. Piallare seconda faccia
piallare il legno
In questo modo sarai sicuro di avere tutti gli spigoli a squadro.
A questo punto puoi passare alla Pialla a Spessore.
Nello schema che hai visto prima la parte dedicata alla Pialla a Spessore è quella con lo sfondo di colore arancione.
Come puoi notare i pezzi si introducono dalla parte opposta rispetto a quella a Filo.
Per questo, quella che andrai a lavorare in questo caso, sarà la faccia superiore del pezzo.
Per prima cosa dovrai regolare l’altezza del piano in base a quanto dovrà essere spesso il pezzo in uscita.
Quando introduci il pezzo all’interno della Pialla a Spessore, un rullo di trascinamento lo porterà verso i coltelli che asporteranno il materiale, mentre un altro rullo farà uscire il pezzo dalla parte opposta.
Con questo tipo di Pialla potrai avere tavole perfettamente squadrate e “rettificate”!

CONSIGLI E CURIOSITÀ

 
tagliare il legno
 

Affila le armi!
Assicurati che i coltelli della pialla siano sempre ben affilati.

Niente bracciali
Utilizza sempre le cuffie di protezione degli utensili per evitare incidenti alle mani o altro.
Comunque, anche se usi le protezioni, non indossare mai braccialetti, sciarpe, collanine, guanti o altri oggetti “penzolanti” che potrebbero infilarsi nel rullo. Potresti farti molto male!

Leggi l’articolo sulla Sicurezza in Falegnameria.

Salva le mani
Quando lavori sul banco Pialla a Filo utilizza gli spingi-pezzi per evitare di farti male e non avvicinare mai le mani all’area in cui si trovano i coltelli.

Pialle dal Sol Levante
Anche con le pialle i Giapponesi sono dei maestri.
È ben nota la loro abilità nel costruire ed utilizzare lame (guarda l’articolo sulle Seghe Giapponesi) e anche nella piallatura sono davvero bravi.
Esiste tutto un mondo di pialle di varie dimensioni e forme con cui è possibile fare davvero tante cose.
Se vuoi farò un piccolo approfondimento anche su questo! (scrivilo nei commenti)

Anche questa è una pagina Open Source!

Come quasi tutti gli altri anche questo è un contenuto Open Source.
Questo significa che puoi contribuire a renderlo più corretto e preciso possibile, arricchendolo con i tuoi consigli e le tue conoscenze in materia.

Come contribuire al progetto?
(in modo TOTALMENTE GRATUITO)

 
Ti basterà scrivere il testo che vorresti inserire nell’articolo, tra i commenti qui sotto e provvederò io ad implementarlo nel Blog citandoti tra gli autori del post!
Più semplice di così…
Ti ricordo che per restare sempre aggiornato sui miei articoli e non perderti le novità puoi Iscriverti alla Newsletter (in alto a destra) e seguire la mia Pagina Facebook, il mio profilo Instagram e la mia bacheca Pinterest.
 
Buon lavoro
Alla prossima!
Il Wood Blogger

4 pensieri su “FALEGNAMERIA: PIALLARE IL LEGNO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: